Sport

Ogni sportivo desidera migliorare le sue prestazioni ma non sempre gli sforzi impiegati sono ripagati in maniera soddisfacente, anzi, spesso ottengono l’effetto di rinforzare atteggiamenti controproducenti. Quale risultato vuoi ottenere? Aumentare la velocità? La resistenza? La precisione? Battere un avversario? Cosa stimolano in te queste aspirazioni? Il tuo primo obiettivo potrebbe essere quello di esercitare al meglio le tue potenzialità, prestando attenzione a ciò che fai, a come lo fai, senza preconcetti. Potresti scoprire che non occorre fare di più, che ripetere gli stessi esercizi porta a ripetere gli stessi errori, che si può fare diversamente. La Tecnica Alexander promuove un equilibrio di forze che favorisce un gesto tecnico più consapevole ed efficace. Questo approccio viene utilizzato da istruttori di varie discipline che integrano un lavoro di base sulla persona con l’insegnamento specifico. La Tecnica Alexander induce anche una condizione di calma ed appropriata reattività, necessaria a ridurre l’ansia da prestazione che troppo spesso compromette l’espressione delle reali potenzialità individuali.

Links

www.fitness-programs-for-life.com

CORSA

Molti amatori non si rendono conto di frenare la loro stessa corsa tirando indietro la testa sul collo. Correggendo questo errore fondamentale si restituisce spazio alla muscolatura, che può contrarsi con maggiore efficienza e minore dispendio di energia. Si riorganizza l’assetto complessivo, si riduce l’impatto al suolo e con questo il rischio di acciacchi, mentre lo stile diventa più elegante. L’applicazione della Tecnica Alexander si sposa con le più recenti proposte in tema di corsa, come i metodi Chi e Pose. Malcolm Balk, preparatore atletico canadese ed insegnante di Tecnica Alexander, autore del libro The Art of running, viene regolarmente invitato a tenere corsi in Italia. Se sei interessato a partecipare prendi contatto con Paolo Frigoli.

Links

www.theartofrunning.com
www.naturalrunning.co.uk

NUOTO

L’applicazione dei principi della Tecnica Alexander al nuoto si deve soprattutto a Steven Shaw, istruttore inglese e fondatore di Art of Swimming. Egli propone di consapevolizzare gradualmente i gesti fondamentali di ogni stile attraverso esercizi innovativi, sia in acqua che fuori. Insegna a riconoscere le fasi propulsive e non propulsive del movimento, a ridurre la resistenza al mezzo liquido e a trovare una coordinazione naturale con la respirazione. Steven Shaw è autore del libro Master the Art of Swimming e di alcuni dvd relativi ai vari stili di nuoto, nonché formatore di istruttori del suo metodo. Tiene corsi in vari paesi del mondo, tra cui l’Italia. Se sei interessato a partecipare prendi contatto con Paolo Frigoli.

Links

www.artofswimming.com
www.swimmingwithoutstress.co.uk


SCI

Nell’insegnamento della Tecnica Alexander si utilizza una posizione, la scimmia, simile a quella dello sciatore, che conferisce elasticità alla muscolatura di sostegno nel tronco e negli arti. La posizione a ginocchia flesse diventa confortevole e l’effetto di radicamento si traduce, nello sci, con una maggiore aderenza al suolo. Gli insegnanti che hanno approfondito l’applicazione della Tecnica Alexander allo sci ritengono che possa facilitare l’apprendimento delle tecniche sciistiche e dare maggiore sicurezza allo sciatore.

Links

www.movingmoment.com

TENNIS

Gary Adelman si rammarica di aver conosciuto la Tecnica Alexander solo dopo aver concluso la sua carriera di tennista professionista negli USA. Ora insegna tennis integrando i principi della Tecnica Alexander, riservando un lavoro particolare sul tennista, sul suo corpo, sulla sua coordinazione fondamentale, prima che sulle tecniche di gioco.

Links

www.tenniswithouttension.com