Lupita Nyong’o

Lupita Nyong’o vince l’Oscar come migliore attrice non protagonista.

 

Cosa contraddistingue un attore formato nella Tecnica Alexander?

Sulla scena la Tecnica Alexander non si vede. Ciò che si vede è un personaggio realizzato pienamente e senza sforzo. Gli attori che studiano la Tecnica Alexander imparano ad evitare che le loro personali abitudini di linguaggio e di movimento trasudino nel personaggio che interpretano.

Ma fuori scena, si può notare una grazia non comune.

L’elegante postura di Lupita Nyong’o ed il suo portamento si fanno notare a chiunque la possa osservare anche fuori dallo schermo. Come affermato in un recente articolo del New York Times, la Niong’o attribuisce la sua scioltezza alla formazione presso la Yale School of Drama, che include la Tecnica Alexander.

“Dopo aver ricevuto la nomination al Golden Globe, la professoressa della Yale che le insegnava Movimento con la Tecnica Alexander le ha scritto, racconta la Niong’o, “Il tuo uso nel film era ottimo, e tu hai fatto molti progressi”. “E queste cose significano molto per me, perché quelle persone sono state determinanti per me come attrice”.

La Tecnica Alexander aiuta gli attori a radicarsi e a centrarsi:

“Ora, mi sento più a mio agio nella mia pelle, e penso che questo sia molto utile quando affronti queste esperienze fuori-dal-corpo”, afferma. “Mi ricordo di cercare la gravità, per ricordarmi che la gravità è mia amica – ride – se non altro”.

 

Liberamente tratto da:
http://www.nytimes.com/2014/01/23/movies/awardsseason/lupita-nyongo-is-red-carpet-savvy-and-has-awards-to-match.html?_r=1